Zuliani Vivai Piante
Home Chi Siamo Dove Siamo Domande Frequenti
rubrica
Servizi Catalogo Rubrica Archivio

LA RIDUZIONE DELL'INQUINAMENTO

Una delle più significative funzioni di miglioramento della qualità della vita, le piante la realizzano riducendo gli effetti dell'inquinamento atmosferico.

Ciò avviene attraverso l'ossigenazione dell'aria e, in particolare, per l'assorbimento dell'anidride carbonica, essendo entrambe queste funzioni connesse al processo di fotosintesi clorofilliana.

L'aumento di concentrazione dell'anidride carbonica nell'aria viene ritenuto responsabile del cosiddetto effetto serra. Ovvero l'innalzamento della temperatura media del pianeta, dalla quale derivano vari danni ambientali correlati: lo squilibrio climatologico, la desertificazione del territorio, lo scioglimento dei ghiacci, la diminuzione delle riserve idriche, l'innalzamento del livello dei mari, e così via.

Oltre all'anidride carbonica, le piante assorbono e metabolizzano anche un certo quantitativo di altri agenti inquinanti pericolosi prodotti dall'attività umana, soprattutto l'anidride solforosa e gli ossidi di azoto.

Mentre altre sostanze dannose, costituite essenzialmente da particelle in sospensione nell'aria (polveri, ceneri, fumo), vengono intercettate e trattenute dall'apparato fogliare, ed eventualmente scaricate a terra dalle piogge che lavano le foglie stesse.

Quest'ultima funzione, apparentemente secondaria, ha invece un'enorme importanza, se consideriamo la pericolosità raggiunta dal livello di concentrazione delle polveri di combustione nei centri urbani, soprattutto in periodi di prolungata alta pressione atmosferica e della conseguente scarsità di piogge. Così appare ovvio che una adeguata quantità di sistemi vegetali attivi (vasti parchi pubblici, strade alberate e una capillare presenza di giardini privati) potrebbe sensibilmente migliorare la situazione soprattutto nei periodi critici.

Infatti se la presenza vegetale è residua rispetto agli altri componenti del sistema urbano (edilizia abitativa e industriale, infrastrutture viarie, eccetera), l'eccesso di fonti inquinanti supera facilmente ogni livello di controllo e anche il ruolo di filtro biologico dato dalle piante cessa di essere attivo, fino al punto che la concentrazione di materiali inquinanti depositati sulle foglie mette in pericolo l'esistenza stessa delle poche piante presenti (per incapacità di operare la fotosintesi clorofilliana e per minore resistenza alle malattie e agli attacchi parassitari).

Ma le piante hanno un ruolo importante anche nei riguardi dell'inquinamento acustico ambientale, essendo in grado di limitare così uno dei fattori che in modo più sensibile peggiorano la qualità della vita, non solo dal punto di vista fisico, ma anche psicologico.

In questo caso le piante agiscono attraverso la loro presenza fisica in determinati contesti, laddove, per mezzo di opportuni schermi vegetali, possono attuare un efficace filtraggio dei rumori.

E' noto per esempio che disponendo lungo una via congestionata dal traffico una barriera vegetale spessa pur solo una ventina di metri ma bene integrata di arbusti e alberi (soprattutto se a foglia larga), può abbattere fino a una decina di decibel (dB), cioè, una discreta percentuale del rumore complessivo.

Naturalmente l'ideale per eliminare quasi del tutto l'inquinamento acustico veicolare, sarebbe di porre in trincea le grandi infrastrutture viarie, disponendo su scarpate opportunamente ampie un piacevole coronamento di alberi ed arbusti, e optando per rivestimenti di piante tappezzanti nei tratti liberi (anche in modo da semplificare le operazioni di manutenzione altrimenti richieste dalle superfici erbose).

g.z.



Home | Servizi | Catalogo | Rubrica
Archivio | Chi Siamo | Dove Siamo | FAQ

Zuliani Vivai Piante
via Palazzina 2, 37134 Verona (Italia)
Tel: +39 045 505128 Fax: +39 045 501865
Contatti E-mail